Processi operativi per sistemi centralizzati

Processo operativo per sistemi di trattamento aria centralizzati


Le torri di evaporazione e le unità di trattamento dell’aria vengono pulite e disincrostate mediante l’utilizzo dell’idropulitrice con getti di vapore secco a 160°.
La pulizia delle unità di distribuzione dell’aria comprende la rimozione completa e la disinfettazione accurata di tutti i componenti che le compongono quali le pale di ventola, ventilatori, deflettori d’aria, valvole di tiraggio, diffusori, collettori, condensatori e drenaggi.
Quando risulterà difficile l’accesso a determinate parti verranno creati appositi portelli e aperture di servizio in modo tale che sarà possibile procedere in modo corretto e in sicurezza alla pulizia meccanica. le aperture che vengono create saranno nel rispetto della norma UNI EN 12097 e non andranno a compromettere la struttura  e l’integrità del sistema di ventilazione.
La pulizia comprende la rimozione meccanica e l’aspirazione delle polveri e residui solidi presenti nei canali con attrezzature specifiche, i macchinari utilizzati sono dotati di filtri (HEPA) e lavorano in modo da assicurare la pressione negativa dell’impianto durante tutta la fase di pulizia in modo da garantire la rimozione totale dei residui che vengono raccolti senza che si diffondano negli ambienti. Tutti i detriti rimossi saranno smaltiti secondo le leggi e le normative in vigore.
Sanificazione di tutto l'impianto con aerosolizzatore ULV.
In caso di una presenza eccessiva di batteri e di un livello di proliferazione inaccettabile di essi, riscontrato nelle analisi di controllo, saranno utilizzati agenti biocidi sempre a seguito di una rimozione di tutti i detriti e sporco presenti nell’impianto.
Alla fine dei lavori verrà rilasciata una relazione composta da:
• Documentazione visiva della rimozione dello sporco (video prima e dopo la pulizia);
• Elenco delle parti danneggiate o che necessitano di una riparazione o/e sostituzione;
• Lista delle aperture effettuate sulle condotte;
• Risultato sulle analisi effettuate sui campionamenti fatti con tamponi o garze sui punti critici rilevati dagli operatori prima e dopo la pulizia;
I sistemi di trattamento dell’aria hanno anche il compito di filtrare le particelle disperse quindi si può verificare un accumulo di contaminanti fisici e microbiologici che portano alla contaminazione dell’ambiente, quindi si rende necessario affidarsi a personale qualificato e specializzato per pulire e disinfettare l’intero sistema.
L’opera di pulizia ha inizio con una scrupolosa ispezione dell’UTA in modo tale da verificare le condizioni strutturali e igieniche. In seguito viene disperso un detergente ad azione sgrassante che successivamente, con l’utilizzo di un’idropulitrice, viene rimosso totalmente. Il tutto viene aspirato e asciugato. La seconda parte prevede il trattamento delle zone arrugginite con convertitore fosfatizzante e successiva zincatura a freddo. Successivamente si procede con l’igienizzazione di tutte le parti interne con l’ausilio di disinfettanti che agiscono su muffe, batteri virus, allergeni, ecc…
Si passa, in seguito, alla formazione di un numero di aperture di servizio che serviranno alle ispezioni video e alle operazioni di pulizia e disinfezione. La pulizie dei canali verrà effettuata con l’ausilio di una spazzola che rimuove lo sporco e di aspiranti che creando una pressione negativa nel canale porta tutto ciò che viene rimosso nei filtri assoluti di cui è dotato.
Le aperture effettuate in precedenza, vengono poi chiuse e sigillate. Si passa poi alla pulitura ed igienizzazione delle griglie esterne.
Una ulteriore fase consiste nel controllare nell’aria immessa in circolo, dopo la pulizia, la presenza di componenti microbiologici. La presenza di muffe e batteri viene effettuata con il SURFACE AIR SYSTEM che incanala una quantità di aria su una piastra Petri che verrà portata in laboratori specializzati. Quando i parametri che sono stati verificati saranno rientrati nei limiti di igienicità concessi dall’O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità), verrà rilasciata la certificazione di avvenuta pulizia e bonifica.
Nella fase intercorrente tra la pulizia meccanica e l’applicazione di prodotti chimici e prima dell’accensione dell’impianto di ventilazione, viene effettuata una verifica sulla pulizia del sistema di aspirazione tramite un’ispezione visiva per verificare che non ci siano più agenti contaminanti.
Se a ispezione terminata l’impianto risulterà pulito e privo di agenti contaminanti verranno consegnate, nella relazione conclusiva, tutti i filmati registrati durante le ispezioni video dei canali come documentazione dell’avvenuta pulizia degli impianti e tutte le certificazioni che attestano la regolarità dell’impianto. Se, al contrario, l’ispezione rileva la presenza di agenti contaminanti, si procederà a una nuova pulizia degli impianti.

zona umidif. prima.JPGbatteria parz. pulita.JPGcanale prima.JPGzona umdif. dopo.JPGventola dopo.JPGPICT0077.JPGdurante.JPGventola prima.JPGPICT0080.JPGBatteria prima.JPGPICT0078.JPGPICT0079.JPGdopo.JPG

Ferretti & Co SA - Largo Libero Olgiati 75A, 6512 Giubiasco, CH - REA 50030008584

powered by